Awwwards

News

TRA RELAX E NEUROSCIENZA: ALLE TERME SI STUDIA LA MENTE


Alla piscina sensoriale “Plaza” le serate di esperimenti: coinvolti 68 volontari.
Indossati dispositivi all’avanguardia per registrare l’attività elettrica cerebrale.

Le neuroscience al servizio del relax e del benessere. Un po’ per affinare la direzione giù presa, un po’ per verificare l’effetto profondo che ha sulla mente la permanenza nell’ambiente “immersivo“. Si è svolto alla piscina “Plaza Sensory” l’esperimento “003 Atmosfere Sensoriali”.

Lo scopo era studiare se e come stimoli visivi e uditivi siano in grado di influenzare la mente, approfondendo il ruolo della percezione sensoriale nell’evocare specifiche emozioni e sensazioni. L’esperimento ha coinvolto 68 persone alle quali sono stati sottoposti dei questionari validati a livello internazionale da ricercatori esperti nelle neuroscience.

Le “cavie” hanno risposto a delle domande che prevedevano di esprimere il proprio livello di accordo o disaccordo con alcune affermazioni prima di fruire dell’esperienza sensoriale fatta di suoni, immagini in movimento e acqua termale, e dopo averne goduto. Il tutto è durato circa un’ora e mezza in ciascuna delle due serate in cui si è articolato l’esperimento.

I clienti volontari hanno indossato anche alcune apparecchiature “Muse“: simili a cuffie per la musica ma in grado invece di registrare l’attività elettrica cerebrale che varia al mutare delle emozioni e sensazioni che si provano.

La massa di dati raccolti è ora in fase di elaborazione. “Sono un medico e per questo sono solito voler verificare le cose – ha spiegato Umberto Carraro, titolare dell’Hotel Plaza -. Per questo abbiamo raccomandato alle persone che hanno partecipato all’esperimento di essere estremamente oneste nel rispondere alle domande”.

Sua l’idea della sensory pool, durante una visita al Museo Ferrari di Maranello. Di qui la ricerca di un partner e una sfida anche tecnologica per trasformare una intuizione nella prima piscina termale immersiva e sensoriale d’Italia e d’Europa. “Io e il mio team – afferma Mick Odelli, amministratore delegato di Senso Immersive Studio e DrawLight, aziende partner di Plaza Sensory Pool – pensiamo che per coinvolgere emozionalmente un individuo, sia determinante sapere come funziona il cervello”.

A completamento, al fine di coinvolgere anche il senso del gusto, per i presenti anche un percorso di degustazione guidata di vini.

Download